Il patrimonio naturale della Dolenjska e della Bela krajina in Slovenia
Qualche cenno LE GITE E LE VACANZE
Offerta attuale


 

Kompas Novo mesto d.o.o.
Novi trg 10
8000 Novo mesto
tel.:++386 7 393 1 530  
e-mail: kompas.nm@siol.net
http://www.kompas-nm.si/

 


More information

Imperi, invasori e ripopolazione


Le chiese di pellegrinaggio tipiche della Dolenjska, si trovano in cima alle colline ed hanno spesso le cupole a forma di cipolla. Quando i pellegrini erano troppi e non entravano nella chiesa, si servivano dell’ altare e del pulpito all’ aperto. Tali pulpiti e altari sono visibili a Stopno, sul monte Trska Gora, a Golobinjek e sul monte Zalostna gora.
la storia in breve

Gli antichi romani ebbero una loro guarnigione a Trebnje, prove tangenti testimoniano però la presenza della vita molto tempo prima. Il Museo della Dolenjska a Novo mesto conserva argenti, ori, armi, recipienti, ornati con figure umane e uccelli, di immenso valore. Non lasciatevi sfuggire l’ elmo di Hallstatt, maestralmente tagliato con l’ ascia.

Gli antenati degli attuali sloveni arrivarono nel 6° secolo a popolare questi territori che fino al 1918 fecero parte dei vari imperi europei, inclusi quelli dei Carolingi e degli Asburgo.

Nel 15° e 16° secolo furono ripetutamente attaccati dai turchi. In quel periodo furono costruite le fortificazioni e i tetti dei palazzi consolidati anche con bastioni. Nel 16° secolo molti nobili stranieri vi costruirono i propri palazzi. Nonostante tutto, la terra rimase essenzialmente slovena e nel 18° secolo vide fiorire la propria letteratura e arte nazionale.

La Chiesa ebbe un ruolo importante nella vita del Paese e le chiese ancora oggi danno una particolare impronta. Molte sono di origine gotica ma ristrutturate in seguito in chiave barocca. Ammirate gli affreschi e i raffinatissimi dipinti barocchi degli altari, come quelli di Mirna (a sinistra), a Sentrupert, Vesela Gora (a pagina 7) e a Stopice (guarda la cartina A). Le volte dei soffitti sono spesso ornate con delicate ghirlande di fiori. Se la chiesa è chiusa, vi sarà aperta volentieri dal parroco o dal vicino.