Il patrimonio naturale della Dolenjska e della Bela krajina in Slovenia
Qualche cenno LE GITE E LE VACANZE
Offerta attuale


 

Kompas Novo mesto d.o.o.
Novi trg 10
8000 Novo mesto
tel.:++386 7 393 1 530  
e-mail: kompas.nm@siol.net
http://www.kompas-nm.si/

 


More information

LE GITE DI UN GIORNO
LA VALLE DEI CASTELLI

Sticna - izvir Krke - Zuzemberk - Dvor - Soteska - Hudicev turn

La bella addormentata Dolenjska, coronata dalle sue colline con il suo fiume color smeraldo (Krka), i curati vigneti, le armoniose chiesette sulle colline ed i preziosi castelli del XV sec. (ca. 65), tanti dei quali non esistono più: sono caduti in rovina o sono stati distrutti nella Seconda Guerra Mondiale. Dopo l’arrivo nel borgo di Sticna, visiteremo il monastero cistercense, con Il Museo sloveno della religione, dove si custodiscono i più antichi manoscritti in latino nella Slovenia, (manoscritti di Sticna) e la basilica di Sacra Madre Triste. Ci sarà anche la possibilità d’acquisto di medicinali a base d’erba del noto padre Simon Asic. Il nostro viaggio ricomincerà dalla sorgente del fiume Krka, la bella del Carso, lunga 111 km. Il fiume sorge dalla grotta detta Krska jama dove, nei periodi di pioggia, sgorga furioso e possente. Nei tempi passati serviva come covo per nascondersi dai Turchi. Oggi si può visitare e rimanere a bocca aperta davanti al raro “pesce umano” Proteus Anguinus. Il prossimo percorso del viaggio si snoderà lungo la valle, dove nel suo letto profondo scorre, tra rive e sogli in tufo, il fiume Krka. Quando il fiume si avvicina al paese di Zuzemberk, lo spettacolo del gioco della natura è affascinante. Nel contempo si apre la favolosa e pittoresca vista sulla tipica fortezza medioevale, imponente e dominante nella sua posizione sulla roccia a strapiombo. Dopo il pranzo saliremo su una collina, fino a raggiungere la chiesa di S. Ermacora e S. Fortunato. La chiesa, bruciata durante la Seconda Guerra Mondiale, nell’anno 1994 fu restaurata. Il nostro prossimo itinerario sarà lungo la suggestiva valle di fiume Krka fino al paese Dvor, dove troveremo il Forno fusorio, (un ricordo della fonderia del ferro dei duchi Auersperg), dove sono state realizzate intere costruzioni di ponti e macchine. La nostra prossima fermata sarà Soteska, dove visiteremo Hudicev turn (Torre del diavolo), con dipinti del maestro barocco Almanach (XVII sec.), le imponenti rovine del castello ed una esposizione presso il Museo Tecnico di Bistra. La gita siniamo a Otocec, con la castellana al Castello di Otocec.